Finanza e cambiamento climatico: serve una carbon tax per convincere gli investitori che si fa sul serio

21 Mag 2018
di Edo Ronchi
dal blog HuffingtonPost

Anche se il cambiamento climatico non pare al centro del dibattito pubblico attuale, resta un tema strategico di questa nostra epoca, ormai presente in modo rilevante anche nelle analisi di esponenti autorevoli del mondo economico e finanziario. Fra queste segnalo un recente interessante intervento del Direttore generale della Banca d'Italia, Salvatore Rossi, in un convegno del 16 aprile scorso a Roma, sul tema "Finanza e crisi climatica". Leggi tutto...

Puntare sull’occupazione verde e decorosa per i giovani

14 Mag 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

In Italia la disoccupazione giovanile è al 32,8%, mentre quella generale è al 10,9% (Istat, febbraio 2018). La disoccupazione giovanile dovrebbe essere inferiore a quella generale: invece in Italia è addirittura il triplo. Senza dimenticare che la gran parte dei giovani occupati in Italia svolge lavori precari e mal retribuiti: nel 2016 ben il 54,7% degli occupati, nella fascia di età fino a 24 anni, svolgeva lavori temporanei. La situazione è notevolmente peggiorata negli ultimi anni. Nel 2000 i giovani precari erano meno della metà di quelli attuali: erano, infatti, il 26,6% (OECD,2017).
Leggi tutto...

Green Acts XI – Introduzione

6 Mag 2018
di Raimondo Orsini

Dieci anni, e non sentirli…..  Sono già passati dieci anni da quando Edo Ronchi, con un’intuizione geniale, ha fatto nascere con un primo gruppo di imprese, associazioni di imprese ed esperti di sostenibilità, la Fondazione per lo sviluppo sostenibile.

Dieci anni sembrano pochi,  ma ripensando a quei tempi mi viene in mente che  nel Settembre 2008 il termine “green economy” era sconosciuto ai più (era stato appena creato dall’UNEP), l’”economia circolare” era un concetto ancora vago, e molti-anche in Italia- ancora sostenevano che i cambiamenti climatici non esistessero o comunque non avevano alcuna relazione con le attività umane. Eppure, una rivoluzione economica nel mondo era agli albori. Qualcosa di importante si muoveva…. E l’idea di creare una community delle imprese green, far capire che l’Italia aveva le capacità per puntare ad essere leader europeo e mondiale in questo campo, ed alimentare un centro studi che potesse diventare il punto di riferimento della green economy italiana, sembra proprio essere stata la cosa giusta da fare.

Da allora, nel nostro piccolo, ci siamo impegnati per dare forza alle buone pratiche, per portare la riflessione su piani di credibilità, scientificità  e concretezza ed attirare l’attenzione dei decisori politici, dei media e del pubblico sulla strada maestra della green economy e dello sviluppo sostenibile: abbiamo coinvolto più di 5000 esperti nei vari gruppi di lavoro, abbiamo pubblicato quasi 150 ricerche e rapporti tecnici, ed organizzato 230 incontri pubblici, sempre aperti al pubblico e gratuiti, a cui hanno partecipato circa 26.000 persone. Ed abbiamo tentato di dare voce alle imprese e alle associazioni di imprese della green economy italiana, sia quelle che si sono associate alla Fondazione, che ringraziamo, sia quelle che abbiamo selezionato, premiato  o semplicemente incontrato.

Ne siamo orgogliosi. Ma le comunità che funzionano sono quelle che guardano avanti. E proprio per guardare avanti abbiamo deciso di presentare il nuovo saggio di Edo Ronchi “La transizione alla green economy” nel nostro Meeting per i 10 anni, e di discuterlo con autorevoli relatori il 9 Maggio ma Roma, da Jean Paul Fitoussi ad Andrea Orlando , da Giulio Tremonti a Lorenzo Fieramonti e Rossella Muroni.

Quali sono i passi concreti da compiere nei prossimi anni per realizzare al più presto la transizione alla green economy, l’economia dello sviluppo sostenibile?

Vi aspettiamo numerosi per partecipare con noi a questo incontro che sarà una milestone per i prossimi 10 anni. Come dice un antico detto cinese “Un viaggio di mille miglia inizia con un passo”. Dieci anni fa abbiamo fatto, insieme, il primo passo. Ora andiamo avanti, con fiducia nel futuro.

Cosa accadrebbe se l’impegno sul clima diminuisse?

23 Apr 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

Secondo l'Agenzia Internazionale per l'Energia (IEA), nel 2017 le emissioni mondiali di anidride carbonica sono aumentate di 460 milioni di tonnellate di CO2, +1,4% , raggiungendo il valore più alto mai registrato, pari a 32,5 miliardi di tonnellate di CO2.
Leggi tutto...

Lasciarci alle spalle il 2017, annus horribils per le emissioni di gas serra

10 Apr 2018
di Andrea Barbabella
Il “Global Energy and CO2 Status Report” dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (IEA) appena pubblicato stima che nel 2017 le emissioni mondiali di CO2 siano tornate ad aumentare dopo un triennio di relativa stabilità.
Leggi tutto...

Il malthusianesimo e l’aumento della popolazione

3 Apr 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

Alcuni commenti al post "Contro il malthusianesimo", pubblicato la settimana scorsa, mi hanno rimproverato di non aver tenuto conto del peso ecologico dell'aumento della popolazione. A me non pare, ma nel dubbio di aver espresso male, anche per esigenza di sintesi, come la penso sull'argomento, provo a precisare meglio.
Leggi tutto...

Contro il malthusianesimo

28 Mar 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

Thomas Robert Malthus con il suo Saggio sul principio della popolazione e i suoi effetti sullo sviluppo futuro della società del 1798 argomenta come la crescita della popolazione sia limitata dai mezzi di sussistenza e che, quando i mezzi di sussistenza lo permettono, la popolazione tende a crescere in maniera esponenziale perché le famiglie popolari disponendo di mezzi oltre la sussistenza,fanno più figli.
Leggi tutto...

Non dimentichiamo il cambiamento climatico e l’urgenza di misure per le città

14 Mar 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

L' Organizzazione Mondiale della Sanità e la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti hanno pubblicato, con la collaborazione di un folto gruppo di esperti italiani, un primo rapporto sugli impatti del cambiamento climatico in Italia (Climate and health country profile for Italy, 2018).
Leggi tutto...

Green acts X | introduzione:

26 Feb 2018
di Fabrizio Vigni

Nel suo libro “L’economia della ciambella”, Kate Raworth ricostruisce la storia delle teorie che stanno alla base dell’attuale paradigma economico e, attingendo alle acquisizioni dell’economia ecologica, indica la necessità di ripensare radicalmente l’economia del 21° secolo per orientarla verso un’economia circolare, capace di rigenerare i sistemi naturali e al tempo stesso garantire una più equa ripartizione delle risorse. Più o meno sulla stessa lunghezza d’onda, Jacques Attali ha ricordato pochi giorni fa in un’intervista che “dobbiamo accelerare la rivoluzione positiva: la gravità dei danni causati dall’effetto serra e l’aumento delle disuguaglianze lo esigono».

Leggi tutto...

Le priorità della green economy

25 Feb 2018
di Edo Ronchi

dal blog HuffingtonPost

Invece di unirmi al coro di quanti sottolineano la bassa qualità del confronto politico in questa campagna elettorale, in prossimità del voto del 4 marzo preferisco riproporre – sia pure sinteticamente - le priorità programmatiche avanzate dal Consiglio nazionale della green economy.
Leggi tutto...