Autorità dell’Energia: nel 2009 il 20% proverrà da rinnovabili

La produzione da fonti rinnovabili ha coperto in Italia, nel 2009, circa il 20% del consumo interno lordo di energia elettrica, rispetto al 16,5% del 2008.

Lo scrive l’Autorità per l’ Energia Elettrica e per il Gas nella sua Relazione annuale in cui osserva anche che tale aumento è dovuto sia all’ incremento della produzione di elettricità da fonti rinnovabili, sia alla riduzione dei consumi di energia elettrica.

I primi dati disponibili per il 2009 evidenziano una maggior produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili del 13% rispetto al 2008 (da 58,16 TWh nel 2008 a circa 66 TWh stimati per il 2009). In particolare, l’energia elettrica prodotta da fonte eolica è aumentata da 4.861 GWh del 2008 a circa 6.600 GWh del 2009 (+ 35%); l’energia elettrica prodotta da biomasse è aumentata da 5.966 GWh del 2008 a circa 6.500 GWh del 2009 (+10%); la produzione di energia elettrica da impianti fotovoltaici è passata da 193 GWh del 2008 a circa 1.000 GWh del 2009, con un incremento superiore al 400%. Accanto alle “nuove” fonti rinnovabili, secondo l’Authority, rimane determinante l’apporto degli impianti idroelettrici che hanno registrato un aumento della produzione del 13%, da 41.623 GWh del 2008 a circa 47.000 GWh nel 2009:ciò per effetto -sottolinea- della buona disponibilità di acqua nel 2009 e degli interventi di rifacimento e potenziamento degli impianti esistenti.

Ma l’Authority evidenzia anche parecchie viscosità nel sistema. Tra queste la connessione in rete degli impianti di rinnovabili. In alcune zone nel sud dell’Italia -rileva- sono state presentate richieste di connessione per oltre 70.000 MW alla rete di trasmissione nazionale e richieste per circa 28.000 MW alle reti di distribuzione. Secondo l’Authority appare impossibile che vengano effettivamente realizzati impianti per potenze complessive così elevate e ciò prova, tra l’altro, la diffusa difficoltà nelle procedure autorizzative che porta gli operatori a “tentare” la procedura su una molteplicità di siti. L’Authority ha stimato anche il costo totale per l’ incentivazione delle fonti rinnovabili (escluse le assimilabili): per il 2009 è stato di 2 miliardi di euro e per il 2010 dovrebbe raggiungere i 3 miliardi di euro.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail