La Francia spinge l’acceleratore sull’ auto elettrica: obiettivo 2 milioni e-car nel 2020

La Francia accelera sull'auto elettrica. Con un finanziamento di circa 2,5 miliardi di euro ed un incentivo all'acquisto di 5.000 euro vuole raggiungere nel 2020 l'obiettivo di mettere su strada due milioni di "e-car".

Per arrivare a questo traguardo nei giorni scorsi i ministri dell’ecologia e dei trasporti Jean Louis Borloo e quello dell’industria Christian Estrosi hanno firmato un accordo con 12 autorità locali e con i costruttori di auto PSA Peugeot Citroen e Renault che ha lo scopo di rendere accessibili al pubblico entro il 2010 auto elettriche e ibride ricaricabili. Per aiutare il mercato ad espandersi lo stato francese ha preso l’impegno di ordinare 100.000 veicoli elettrici, mentre Barloo ha annunciato l’istituzione di un gruppo composto da EDF, SNCF, Air France, Telecome e La Poste che farà un ordine di 50.000 veicoli elettrici. Allo sviluppo del mercato dell’auto elettrica, però, secondo molti osservatori internazionali manca ancora una politica comune europea che permetterebbe almeno di avere uno standard comune per i sistemi di ricarica, elemento essenziale per avviare il mercato europeo dell’auto elettrica. Un primo passo in questo senso è previsto per il 27 aprile prossimo quando la Commissione europea renderà nota la strategia per l’auto elettrica che sarà seguita, nei mesi successivi, da un piano di azione per introdurre sul mercato veicoli “verdi”.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail