A Parma “Il Terzo Giorno”, una mostra per riflettere sulla sostenibilità

Una mostra per riflettere sull’ ambiente e sul rapporto uomo-natura. Il Terzo Giorno, la mostra che verrà inaugurata a Parma il 20 aprile prossimo, vuole offrire uno sguardo nuovo e inaspettato sul tema della sostenibilità.L’ esposizione, il primo passo di Parma come Capitale della Cultura 2020, raccoglie 115 opere di 40 i artisti di fama internazionale che raccontano con immagini un percorso che inizia con Il Terzo Giorno della Genesi, la nascita della natura e delle specie vegetali, attraversa la creazione, la distruzione, il superamento, il nichilismo, fino ad un ritorno alla natura, in un andamento palingenetico sull’onda della sensazione. Il percorso espositivo è costituito da immagini fotografiche, installazioni, opere realizzate in situ e dipinti, tutte opere di artisti di fama internazionale di diverse estrazioni e generazioni, che fanno riflettere sugli impatti cui è sottoposto il pianeta e i suoi abitanti.

Per sottolineare questa sua cifra di sostenibilità, il Terzo Giorno è anche la prima mostra in Italia ad avere un approccio ‘for benefit’: il 50% degli incassi della biglietteria saranno, infatti, restituiti al Comune di Parma che finanzierà il “Km Verde”, l’ infrastruttura verde per la mitigazione ambientale di 11 chilometri dell’ Autostrada del Sole tra i fiumi Enza e Taro.

La mostra è in programma fino al 1° luglio 2018 al Palazzo del Governatore di Parma, è curata da Didi Bozzini, promossa dal Comune di Parma, patrocinata anche  dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, verrà presentata a Parma il 15 e il 17 aprile prossimi.

Vedi la presentazione | link

 

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail