Una cura a prova di sostenibilità per il patrimonio verde italiano

I 550 milioni di metri quadrati di alberi, prati, fiori, viali e parchi che compongono il verde pubblico dei 120 capoluoghi di provincia italiani costituiscono un patrimonio ambientale ed economico di grande valore che ha però bisogno di cura e di manutenzione sostenibile. Questa la sfida raccolta dai Vivai Barretta, nuovo socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, che dal 1998 si dedica alla manutenzione del verde pubblico e privato tenendo sempre d’ occhio la sostenibilità. Per la sua attività utilizza infatti attrezzature e mezzi a basso consumo energetico che favoriscono la riduzione delle emissioni di CO2. Motoseghe, decespugliatori, rasaerba ecc. sono per lo più elettrici, alimentati a batteria,  e permettono così anche di abbattere l’ inquinamento acustico. Inoltre tutto il materiale di risulta dalle lavorazioni come potature, abbattimenti ecc. viene trasformato in energie rinnovabil, sia elettriche che termiche, per mezzo di centrali a biomassa. “L’utilizzo di attrezzature a basso impatto ambientale, di centrali di biomassa per lo smaltimento dei materiali di risulta – osserva l’ azienda- ci hanno portato ad essere sempre più competitivi ed ecologici nel nostro campo sia in termini lavorativi che in termini sociali”. Vivai Barretta attualmente opera in gran parte dei comuni italiani, con 3 sedi operative dislocate su tutto il territorio, a Melito di Napoli (NA), Saronno (VA) e Pescara (PE).

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail