L’uso intelligente dei materiali è una delle colonne portanti dello sviluppo sostenibile. La filosofia della fondazione è quella guardare sempre verso il futuro e a tal fine di stimolare, sostenere ed agevolare il cambiamento dell’attuale modello di produzione e di consumo per raggiungere gli obiettivi della green economy e, con essa, della circolarità. Gli strumenti scelti sono la costruzione del consenso, l’elaborazione di proposte e il supporto conoscitivo.

Per assolvere un simile impegno è stata costituita una struttura finalizzata all’elaborazione di studi, analisi e proposte nel settore dell’uso efficiente dei materiali nei processi produttivi, di distribuzione e di consumo, nonché nella fase di gestione dei rifiuti.

Le attività sono molteplici. Rivolte sia al settore privato che a quello pubblico consistono in rapporti e valutazioni sulla circolarità economica delle filiere produttive, elaborazione di programmi di prevenzione e di piani di gestione dei rifiuti, valutazione e analisi dei modelli di governance, studi e assistenza giuridico/normativi,  supporto all’implementazione delle politiche di settore, elaborazione e  supporto all’attuazione di proposte innovative.

Ultime pubblicazioni

News

Rifiuti speciali, aumenta la produzione, ma va bene il riciclo

17 Giu 2018

Dopo gli anni della crisi economica, continua ad aumentare la produzione di rifiuti speciali in Italia. Nel 2016 è aumentata del 2% rispetto all’anno precedente, ma allo stesso tempo, l’Italia è tra i primi paesi europei per il riciclo dei rifiuti speciali, che nel 2016 ha raggiunto il 65%. Leggi tutto...

Lanciato il primo Premio nazionale Startup Economia circolare

8 Giu 2018

Lanciato il primo Premio Nazionale Startup Economia Circolare, un concorso rivolto a tutte le aziende nascenti che operano secondo i principi della circular economy. Le attività e i progetti saranno valutati secondo parametri ben precisi: efficacia dei risultati ambientali attesi; contenuto innovativo; potenziali risultati economici; possibilità di diffusione, sia in Italia che all’estero. Leggi tutto...

La Commissione Ue propone nuove norme contro i rifiuti in plastica

30 Mag 2018
La Commissione europea, nel quadro della strategia Ue per ridurre i rifiuti plastici, ha presentato una proposta di direttiva che prevede il divieto di vendita di stoviglie, cannucce, agitatori per bevande, bastoncini di cotone per le orecchie e bastoncini per palloncini in plastica. Entro il 2025, inoltre, gli Stati membri dovranno raccogliere il 90% delle bottiglie di plastica monouso per bevande.  Leggi tutto...

Appuntamenti

Lanciato il primo Premio nazionale Startup Economia circolare

Lanciato il primo Premio Nazionale Startup Economia Circolare, un concorso rivolto a tutte le aziende nascenti che operano secondo i principi della circular economy. Le...

Leggi tutto...

Italia indietro nella gestione veicoli fuori uso, presentazione studio

Ogni anno, in Italia i veicoli fuori uso generano circa un milione di tonnellate di rifiuti. La Direttiva 2000/53/CE, recepita con il D.lgs. 209/2003, disegna il quadro...

Leggi tutto...

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail